A NEW YORK VANDALIZZATI I MONUMENTI A CRISTOFORO COLOMBO

USA.

Un’altra statua di Cristoforo Colombo presa di mira nell’area di New York, nel Queens il monumento dedicato al genovese che nel 1492 scoprì l’America è stata vandalizzata con graffiti. «Non onorare il genocidio. Abbattila», è la scritta comparsa sul piedistallo. L’episodio vandalico segue di appena qualche giorno la decapitazione di un busto in bronzo di Cristoforo Colombo, in un parco a Yonkers, a nord di New York. Ed è solo l’ultimo atto vandalico contro Colombo in ordine di tempo: una statua è stata vandalizzata in Texas; un monumento a Colombo è stato distrutto a Baltimora.
I monumenti sono entrati nel mirino di chi li considera un ingiusto tributo a momenti cruenti della storia americana. Il caso di Charlottesville, in Virginia, dove all’inizio di agosto i surprematisti bianchi hanno dato vita a proteste per la rimozione di una statua del generale Lee, ha innescato un processo alla storia accompagnato da una tendenza iconoclasta. Colombo è accusato di aver sterminato i nativi americani che trovò (peraltro a San Salvador (una delle odierne Bahamas), e non nei futuri Stati Uniti). Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha annunciato una revisione di “tutti i simboli dell’odio” della città e ordinato una commissione per individuare entro 90 giorni, e nel caso rimuovere, i casi controversi. Nel mirino anche il celebre monumento di Columbus Circle.
Il Consiglio comunale di Los Angeles ha deciso di sostituire il Columbus Day, tradizionalmente celebrato il secondo lunedì di ottobre, con il Giorno dei popoli indigeni, l’Indigenous Peoples Day, con buona pace degli italo-americani che hanno criticato la cancellazione di “una parte chiave della loro storia”. Una decisione non isolata, che segue quella già presa in Alaska, Vermont, a Seattle, Albuquerque, San Francisco e Denver.
“Anche se la sostituzione del Columbus Day a Los Angeles è considerata una perdita per noi della comunità italo-americana, può anche essere considerata una vittoria, dato che un governo democratico stabilito dai nostri padri fondatori è quello che noi tutti intrinsecamente celebriamo come americani?”, sottolinea l’organizzazione Federated Italo-Americans of Southern California. La democrazia, insomma, sarebbe la vera “eredità” di Cristoforo Colombo.

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...