LA DOGANA INTERCETTA I LIBRI SGRADITI ACQUISTATI ALL’ESTERO

RUSSIA.

Il Cremlino soffoca le proteste con ondate di arresti, reprime l’opposizione e rafforza il controllo sul web. Adesso però sembra che nel mirino delle autorità russe ci siano persino i libri. Almeno quelli che possono rappresentare una minaccia «alla morale o agli interessi economici e politici» della Russia. A denunciare questa nuova forma di censura è il quotidiano «Kommersant», secondo cui ai doganieri russi è stato ordinato di controllare i pacchi che contengono libri comprati online…

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

Freedom on the Net 2018 – Russia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...